ANCHE DA LATINA LA COLDIRETTI CHIEDE DI  RESTITUIRE QUANTO PAGATO IN PIU’ DA AGRICOLTORI PER L’IMU
12 maggio 2013

ANCHE DA LATINA LA COLDIRETTI CHIEDE DI RESTITUIRE QUANTO PAGATO IN PIU’ DA AGRICOLTORI PER L’IMU

“La sospensione della prima rata Imu per i beni strumentali all’attività produttiva come terreni e fabbricati rurali è importante per la ripresa dell’economia e rappresenterebbe un segnale di sensibilità significativa”. Così Saverio Viola, direttore della Coldiretti di Latina che aggiunge: “Nei giorni scorsi, in attesa che si proceda ad una revisione complessiva dell’ imposta, la Coldiretti ha ribadito la necessità di rispettare l’impegno sancito per legge a restituire i 45 milioni di extragettito pagati in piu’ dagli agricoltori lo scorso anno, come tra l’altro previsto dal  Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201. Indubbiamente si tratterebbe di un gesto importante in un momento particolarmente difficile e complicato per la nostra economia – ha aggiunto Viola. Se non si interverrà adeguatamente le imprese agricole saranno costrette, ingiustamente, a versare in tutto il Paese, a giugno, una rata pari a 346 milioni tra terreni e fabbricati strumentali. Intanto il presidente di Coldiretti Latina, Carlo Crocetti, commenta positivamente l’impegno a sospendere la prima rata IMU delle imprese agricole assunto dal Ministro delle Politiche Agricole e Forestali Nunzia De Girolamo.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi