ASSEMBLEA NAZIONALE COLDIRETTI: NEL LAZIO + 24% DIPENDENTI IN AGRICOLTURA
4 luglio 2013

ASSEMBLEA NAZIONALE COLDIRETTI: NEL LAZIO + 24% DIPENDENTI IN AGRICOLTURA

 
La Coldiretti Lazio era presente con 2000 agricoltori, rappresentanti delle 40 mila imprese agricole socie dell’organizzazione sparse su tutto il territorio regionale, per partecipare all’affollatissima Assemblea Nazionale della Coldiretti che si è svolta oggi al Palalottomatica di Roma Eur.

All’Assemblea, che si è aperta con la relazione del presidente Sergio Marini, alla presenza di oltre quindicimila coltivatori italiani provenienti da tuta Italia, hanno partecipato i maggiori esponenti del mondo accademico, rappresentanti istituzionali, responsabili delle forze sociali, economiche, sindacali e politiche, nazionali ed estere.
Sono intervenuti il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, il Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando e il Ministro delle Politiche Agricole Nunzia De Girolamo.
Presenti anche il procuratore Giancarlo Caselli, Renzo Arbore, il presidente di Federconsumatori Rosario Trefiletti e il Direttore Generale di Iper Stefano Albertazzi.
“Coldiretti Lazio era presente con grandi numeri, insieme ai propri associati, ai colleghi e agli imprenditori agricoli, che sono il motore dell’Italia, giunti da ogni angolo del Paese, per dare un segnale forte e procedere uniti nell’affrontare gli effetti devastanti di questa crisi che sta sfiancando le nostre risorse, sta mangiando posti di lavoro e produce tutta una serie di effetti negativi come la perdita di marchi nazionali di grande tradizione che vanno a finire nelle mani di ricchi investitori stranieri”. Così il presidente e il direttore di Coldiretti Lazio, David Granieri e Aldo Mattia.
E, al centro dell’appuntamento, proprio gli effetti di questa crisi epocale sui consumi alimentari e sulla perdita di marchi storici del Made in Italy.
Per quanto riguarda in particolare il Lazio, è di attualità il caso della Fiorucci salumi passata alla spagnola Campofrio Food Group, che ha ora in corso una ristrutturazione degli impianti di lavorazione a Pomezia che sta mettendo a rischio numerosi posti di lavoro.
Un quadro a tinte fosche, ma che tuttavia viene stemperato da un dato tutto sommato positivo che riguarda le opportunità occupazionali offerte dal settore agricolo. Infatti, nel primo trimestre del 2013 sono aumentati del 24 per cento i lavoratori dipendenti assunti dalle aziende agricole laziali, secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Istat.
“E’ da questi numeri che dobbiamo partire- hanno continuato Granieri e Mattia- per proseguire il nostro cammino “del fare” e delle battaglie che quotidianamente combattiamo per rendere possibile la buona agricoltura”.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi