NEVICATE:un numero per continuare a vivere-misura 126
17 febbraio 2012

NEVICATE:un numero per continuare a vivere-misura 126

 
di Aldo Mattia
La neve che tutti amiamo vedere, toccare, frequentare
con gli sci ai piedi, che tutti aspettiamo per passare almeno
un giorno in casa, davanti al camino, approfittando
per rubare un giorno al lavoro e far festa, questa volta
si è fatta odiare. La neve caduta nel Lazio la prima settimana
di febbraio è stata di fatto un dramma. Oltre un metro di
neve per giorni e giorni ha imperversato nella nostra regione
da Roma e Viterbo, passando per Rieti per divenire pressoché
devastante a Frosinone e in tutta la meravigliosa Ciociaria.
Oggi si leccano le ferite, si contano i danni e purtroppo
alcune vittime che a causa della neve non avranno più la possibilità
di vederla. Stalle, serre, magazzini e fienili, crollati sotto
il peso della neve (180 kg a metro quadrato), bestiame
morto di fame e soprattutto di freddo, in particolare il bestiame
abituato alla stabulazione fissa.
Per giorni e giorni le aziende agricole sono state prive di energia
elettrica, un’azienda L’ENEL che a dimostrato obiettivamente
grandi criticità, pur con l’attenuante di un evento veramente
eccezionale per la nostra regione.
Ora dobbiamo stimare i reali danni economici e sostenere il
rilancio delle imprese agricole già in crisi per altre, l’assessore
regionale all’agricoltura Angela Brindelli ha istituito il comitato
di crisi permanente dove ci si confronta sul da farsi.
Coldiretti Lazio ha come al solito le idee chiare e chiede che
venga attivata e finanziata la misura 126 del PSR, “Ripristino
del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità
naturali” una misura prevista ma mai attivata dalla Regine
Lazio, una misura a cui bisogna dare assolutamente, vista
la situazione di assoluta emergenza, una adeguata copertura
finanziaria, magari attingendo ai 43.000.000,00 di
euro del PSR non spesi dall’assessorato all’ambiente. È ora
di pensare e parlare poco, è ora di superare i lacci e laccioli
della burocrazia regionale, italiana ed europea e dare pragmatismo
alle idee e alle proposte altrimenti l’agricoltura laziale
potrà decretare la parola fine. Coldiretti farà di questa
misura non un mero numero aritmetico ma il proprio cavallo
di battaglia , affinché le aziende agricole incolpevoli di un
evento atmosferico maligno, possano sperare di continuare
ad essere un elemento produttivo determinante della nostra
regione. La misura 126 del PSR se adeguatamente finanziata
permetterà alle aziende agricole di ripristinare il proprio
potenziale produttivo, permetterà di ripristinare le strutture
aziendali, permetterà di ripristinare macchinari e attrezzature,
praticamente la misura ad hoc per quanto è successo a
seguito della eccezionale nevicata di inizio febbraio. Coldiretti
rimarrà vicino ai propri associati come sempre con le
buone o le cattive e l’agricoltura laziale continuerà ad essere
protagonista.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi