22 ottobre 2017

RIETI

Giuseppe Casu, 41 anni, agronomo, di Alghero, è il nuovo direttore della Coldiretti di Rieti. Direttore vicario a Sassari, poi dirigente della federazione regionale sarda, dal 2014 ha guidato la federazione di Oristano. Subentra a Roberto Scano, destinato ad altro incarico. “La nostra – ha sottolineato il presidente Enzo Nesta, aprendo i lavori del consiglio – è un’agricoltura piccola, il grosso della base associativa è costituito da aziende medio piccole. Ma è un’agricoltura di qualità, che sforna prodotti di nicchia particolarmente apprezzati dai consumatori come l’olio extravergine della Sabina e la carne biologica”. Scano ha ripercorso le tappe salienti della sua esperienza laziale. “Sapevo della bellezza dei luoghi, ma non conoscevo la generosità, il coraggio e la forza d’animo delle genti reatine, qualità che han fatto la differenza anche quando – ha ricordato – tutti, a partire dai nostri imprenditori agricoli, si sono rimboccati le maniche per sostenere la ripartenza delle comunità devastate dal terremoto”. Scano ha ringraziato il personale e Ivano Capannini “perchè con la sua disponibilità e la sua presenza – ha detto – è stato un punto di riferimento autorevole e determinante”. A curare i vari passaggi del cerimoniale dell’avvicendamento è stato Antonio Biso, dirigente confederale. “Sarò presente spesso qui a Rieti – ha premesso Casu, che è anche direttore della federazione di Roma – nella convinzione che la presenza sia fondamentale per essere di supporto alla crescita del tessuto produttivo di un territorio, di qualsiasi territorio. Il confronto e il dialogo con la base associativa sono la più efficace forma di accompagnamento allo sviluppo delle progettualità avviate dalla Coldiretti e di quelle – ha concluso il nuovo direttore – proposte direttamente dagli imprenditori agricoli”. “Abbiamo davanti a noi una molteplicità di cose da fare, ma – ha aggiunto Sara Paraluppi, nuovo direttore della Coldiretti del Lazio – la voglia di fare non ci manca. Saremo costantemente sui territori per raccogliere gli spunti e trasformarli in operatività. Diamoci reciprocamente una mano” ha concluso. A chiudere i lavori è stato Ivano Capannini, delegato della direzione regionale, che ha rivendicato i frutti del “grande lavoro di squadra fatto a Rieti grazie al quale abbiamo rinsaldato il rapporto di fiducia con i nostri soci, riconquistando quella centralità che ci fa essere interlocutori affidabili e puntuali delle istituzioni cittadine e provinciali”.

Seguici su Twitter Coldiretti Lazio

Seguici su Facebook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Copyright 2018 COLDIRETTI. Tutti i diritti riservati.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi